baldinini borsa animalier

La provocante eleganza dell’animalier e la sua evoluzione nella moda

26 Ottobre 2020

Capi e accessori con stampe animalier sono incapaci di passare inosservati, è nel loro DNA stupire ed essere protagonisti di stile.

Non è un caso che catturino l’attenzione fin dai tempi antichi, quando indossare pelli e indumenti maculati veniva considerato sinonimo di potere e ricchezza.

Gli stilisti che hanno esaltato l’animalier

Il lungo cammino dell’animalier nel mondo della moda ha inizio nel 1947. Data simbolica è considerata il 12 febbraio:in occasione del debutto della sua prima collezione haute couture Christian Dior presenta degli abiti ispirati alla sua musa Mitzah Bricard. Iconici l’avvolgente Jungle, un abito da giorno con stampa leopardata e Afrique, la proposta da sera con gonna in chiffon.

Tra i personaggi celebri del tempo non tarda a impazzare la moda animalier: sono indimenticabili la mantellina con pelliccia di Marilyn Monroe nel film “Gli uomini preferiscono le bionde” del 1953 e i cappotti leopardati sfoggiati da Jacqueline Kennedy, da Liz taylor e persino dalla Regina Elisabetta II. È poi negli anni Sessanta, con Ken Scott e Valentino, che l’animalier inizia ad assumere quel carattere trasgressivo che lo contraddistinguerà fortemente nei decenni successivi.

marilyn monroe animalier

Le stampe animalier nell’alta moda diventano sempre più presenti, al punto che entrano anche a far parte delle collezioni dei capi di alta moda maschile. Negli anni Ottanta e Novanta il maculato e il tigrato sono considerati dei veri e propri must per numerosi altri stilisti. Roberto Cavalli in primis, ma anche Krizia e Gianni Versace, contribuiscono a rendere le animal prints sempre più audaci.

L’animalier nel 2020 con una nuova pelle

L’animalier è ormai considerato un evergreen, l’indomabile protagonista delle tendenze nel corso di quasi un secolo, ma oggi assume una nuova veste. Messa da parte la stravaganza che l’ha accompagnato a lungo, si trasforma ora in nuovo elemento di rilievo nell’outfit.

Le animal prints non sono più prerogativa di traboccanti e provocanti outfit. Quest’anno conquistano il titolo di must-have di stagione, soprattutto negli accessori. Anche nell’autunno/inverno Baldinini, l’animalier è protagonista dei look casual come dettaglio distintivo. Lo stivaletto modello trekking in cavallino zebrato e i tronchetti versione tex sono due pezzi focus della collezione.

L’eccentricità della stampa animalier rimane dunque, ma si adegua a un linguaggio più sofisticato, che non intende stravolgere, ma piuttosto esaltare lo stile e la figura di chi lo indossa.

Continua a leggere

articoli correlati

Rita Hayworth costume da bagno

Colorati e sensuali, i costumi da bagno sono la piena espressione dell’estate.  Negli ultimi anni la riscoperta […]

leggi l'articolo
calze riga cucitura

Femminili, sensuali e senza tempo. Le calze e i collant continuano a definire i trend e ad […]

leggi l'articolo
Billie Eilish con mascherina di Gucci

Un anno fa il COVID-19 è entrato di prepotenza nella nostra vita, stravolgendo ogni certezza. Proteggersi è […]

leggi l'articolo